Le faux dieu

Formato A5, 232 pagine

Lingua disponibile: Francese

Marzo 2019

ISBN: 978-2-902114-10-8

15,80 euro

Descrizione dell’autrice:

Stefania Tosi (docente di storia, saggista e ricercatrice indipendente)

Descrizione dell’opera:

In ambito storico-sociale l’uomo e il Divino rappresentano un binomio inscindibile, il cui sviluppo parallelo ha portato alla costituzione del rito e del sacro. La pratica del culto ha sempre assunto, sin dalle epoche più remote, la funzione sociale e politica di aggregare e “pilotare” la massa per mezzo di risposte faziose riguardo ai problemi ultimi dell’esistenza:
• Qual è il senso della vita?
• Perché e da chi sono stato creato?
• Cosa mi attende dopo la morte?

Le religioni hanno dato vita a pantheon ricchi di dèi o a rigidi monoteismi che pretendevano e pretendono ancora oggi l’ubbidienza e la devozione morale, pratica ed economica dei credenti. Da Osiride a Gesù, attraverso i testi sacri, è stato creato il Falso Dio con precisi intenti di propaganda e di controllo.

Soprattutto il Cristianesimo, le cui origini sono tutt’altro che limpide, ha dato risposte e forma al suo messaggio di salvezza cannibalizzando gli elementi essenziali dai culti preesistenti:

a) L’immortalità dell’anima, il giudizio universale, la risurrezione e il dualismo Dio/Diavolo derivano dallo zoroastrismo, dai culti misterici greci e dalla Sapienza egizia. Tutti antecedenti il cristianesimo di molti secoli.

b) La Croce, il simbolo cristiano per eccellenza, risale al neolitico e al culto del Sole; in Mesopotamia la croce Tau identificava il dio babilonese Tammuz, in Egitto l’ankh simboleggiava la vita, il soffio vitale.

c) L’anno liturgico cristiano è una pantomima di festività pagane. Da Capodanno a Natale l’origine delle celebrazioni è mesopotamica, egizia e romana.

Il culto cristiano si sorregge grazie ai dogmi, proposizioni faziose ma accettate incondizionatamente, non discutibili e considerate Verità rivelata direttamente da Dio. I dogmi sono stati predisposti a partire dal IV secolo e successivamente integrati e aggiornati sino al 1950.

Gesù Cristo, dalla sua immagine al suo messaggio, è un personaggio spurio. Gli autori dei testi considerati fonti accreditate non lo hanno mai conosciuto e non sono stati testimoni oculari delle presunte opere. La religione cristiana, sebbene si proponga come unica, originale e salvifica, in realtà è un rifacimento di culti antecedenti.

Indice dell’opera

Oltre il cielo:
• In principio erano le stelle
• La vita… e dopo?
• In conclusione

L’anima pagana della religione cristiana:
• Le radici pagane del cristianesimo
• L’imperatore che cambiò tutto
• La ruota dell’anno
• Natale
• Capodanno
• Epifania
• Candelora
• Fiore di maggio
• Ferragosto
• Pasqua
• Halloween/Ognissanti
• Fantasie ex-novo
• In conclusione

3. E l’uomo inventò Dio:
• Yahweh
Gesù Cristo
Cristo è risorto?

• Paolo riempie il sepolcro

• Conclusioni

error: Content is protected !!